Addio a Hubert de Givenchy

Addio a Hubert de Givenchy

Addio al conte Hubert de Givenchy, fondatore dell’omonima maison sinonimo di glamour francese, autore della trasformazione di Audrey Hepburn in Sabrina e in un’eterna icona d’eleganza, ma anche creatore degli abiti indossati dalle donne più famose della seconda metà dello scorso secolo, da Jacqueline Kennedy Onassis alle principesse Grace a Caroline di Monaco, da Greta Garbo a Marlene Dietrich, da Lauren Bacall a Elizabeth Taylor. Tutti personaggi femminili per cui Givenchy ha rappresentato il sarto d’elezione, ma nulla a che vedere con lo speciale rapporto che si creò con Audrey Hepburn, diventata dal primo incontro nel ’53 la sua musa e fonte d’ispirazione. L’incontro tra il couturier e l’attrice avvenne per il guardaroba del film cult Sabrina interpretato dall’ indimenticabile attrice. Ma Givenchy aveva pensato di aver ricevuto nel suo atelier la Hepburn “sbagliata”: “Credevo fosse Katharine, di cui ero fan”. “Mi chiese di disegnarle il guardaroba per Sabrina. Io ero a metà collezione, ma le mostrai alcuni modelli che sembravano tagliati per lei” raccontava il couturier a Yann-Brice Dherbier, autore della biografia dell’attrice, L’intramontabile fascino dell’eleganza. Nato a Beauvais, nel nord della Francia, nel 1927, Hubert James Taffin de Givenchy aveva lasciato la sua città natale per trasferirsi a Parigi a 17 anni, contro la volontà della famiglia, perché voleva lavorare in una casa di moda. Il debutto dello stilista blasonato avvenne con Jacques Fath. Intanto il giovane Hubert studiava all’ École Nationale Supérieure des Beaux-Arts, a Parigi. Nel 1946 cominciò a collaborare con Robert Piguet e nel 1947 con Lucien Lelong prima e con Elsa Schiaparelli poi, diventando il direttore artistico della boutique di Place Vendome. Nel...
Svelato il primo poster di “Passengers” con Jennifer Lawrence e Chris Pratt

Svelato il primo poster di “Passengers” con Jennifer Lawrence e Chris Pratt

È già online il primo teaser poster di Passengers, il nuovo film di fantascienza diretto dal regista di The Imitation Game, Morten Tyldum, con protagonisti Jennifer Lawrence e Chris Pratt che uscirà nelle sale il 21 dicembre 2016. Il film si preannuncia come un altro uccesso del regista che non esita ad affermare entusiasta del suo lavoro: «Gli spettatori piangeranno e rideranno. Resteranno col fiato sospeso. Volevamo realizzare un film che riuscisse a far ridere e piangere nello stesso momento. E se hai due star come Jennifer e Chris la cosa è ancora più facile e credo che in un periodo come questo, pieno di sequel e reboot, sia molto bello avere una storia originale con due delle più grandi star del momento. Sono davvero orgoglioso di questo film». LA TRAMA: Durante un lunghissimo viaggio interstellare verso un pianeta lontano, un uomo si sveglia 90 anni prima dell’arrivo a destinazione dal sonno criogenico nel quale sono immersi tutti gli altri umani. Terrorizzato all’idea di invecchiare e morire da solo, decide di svegliare “accidentalmente” una donna....
GUCCI PROPONE LE BALLERINE DA UOMO ED E’ SUBITO POLEMICA

GUCCI PROPONE LE BALLERINE DA UOMO ED E’ SUBITO POLEMICA

Ha sostituito Frida Giannini a Febbraio e subito fa parlare di sè con una creazione particolare che ha subito diviso il mondo della moda. Alessandro Michele, infatti, nuovo direttore artistico di Gucci, nell’ultima Milano Fashion Week Uomo presenta le ballerine da uomo. E’ la prima volta che Alessandro Michele firma una collezione uomo e lo fa dando un tocco forse un po’ troppo femminile. Il suo uomo a metà tra un figlio dei fiori sopra le righe che non ha convinto tutti. Il nuovo uomo Gucci non piace, forse proprio per le ballerine con i lacci troppo grosse e chiassose per essere minimamente stilose. L’uomo hippy in ballerine non spacca ma di sicuro è pronto per il debutto sui palcoscenici di danza di tutto il mondo. Auguri! Alessandro Michele...
GIORNATA MONDIALE DEL BACIO!

GIORNATA MONDIALE DEL BACIO!

Un bacio è solo un bacio…. oppure no? Ecco la guida definitiva a tutti i baci del mondo. E tu di che bacio sei? Raccontaci i tuoi baci preferiti! 1. Il bacio sulla fronte. È un bacio dolce che dai alle persone a cui tieni. Non a caso è un bacio che dà sicurezza ed esprime un grande affetto. 2. Il bacio a sandwich. Questo bacio è molto romantico: le labbra si avvicinano lentamente e si posizionano in modo che le labbra siano “alternate” ossia il labbro superiore dell’una è posizionato sotto il labbro superiore dell’altro e non in corrispondenza. 3. Il bacio sul naso. Non è romantico ok, ma è tenerissimo! Un bacio così è simpatico, confidente e si dà in particolare quando si cerca un sorriso sulla bocca del partner. 4.Il bacio alla francese. È uno dei più apprezzati, amati e diffusi al mondo, il bacio alla francese consiste nel baciare con la lingua. È un bacio appassionato, coinvolgente e travolgente. Non a caso è spesso preludio a qualcos’altro… 5. Il bacio sull’ombelico. Dolce e innocente, il bacio sull’ombelico è giocoso ma genera anche piacevoli brividi. Potreste scambiarvi il bacio sull’ombelico quando siete a letto per dedicarvi una coccola d’amore e come bacio della buonanotte. 6. Il bacio sulla guancia. Un solo bacio sulla guancia è un gesto semplice, familiare e in genere è un bacio che il (o la) partner dà cogliendo di sorpresa l’altro per dimostrare grande affetto. 7.Il baciamano o bacio reale. Di solito è lui che dà il bacio sul dorso della mano di lei. È un bacio galante, quasi devoto, dato in...