La rinite allergica

La rinite allergica

LA RINITE ALLERGICA

di Carla Massidda

La rinite allergica è la situazione in cui il nostro organismo si scontra con un allergene, creando una reazione allergica, la cui manifestazione più comune è naso che cola con prurito, brividi, bruciore agli occhi, prurito nelle orecchie.Le cause più conosciute che scatenano le allergie o riniti allergiche, sono il raffreddore da fieno che è causato da pollini, gli acari della polvere che di trova in casa e quella indotta dal pelo di animali.

La rinite allergica altro non è che la reazione del sistema immunitario che combatte gli allergeni. Nel momento in cui si sviluppa la sensibilità verso un allergene e questo entra in contatto con l’organismo attraverso ad esempio naso o gola, gli anticorpi lo contrastano immettendo le proteine che prendono il nome di immunoglobuline E.

Quando queste proteine agiscono immettono nel sangue una sostanza che prende il nome di istamina che è la causa scatenante della reazione allergica. Le riniti meno invalidanti sono quelle legate alla fioritura di certe piante in primavera o autunno, mentre quelle più aggressive sono quelle che riguardano gli animali o dagli acari.
Tutte le manifestazioni hanno inizio subito dopo l’esposizione all’allergene.

SINTOMI:

I sintomi più comuni:

Congestione nasale con conseguente gonfiore della mucosa nasale

Grande produzione di muco e starnuti.
Gli allergeni più comuni:

Il comune acaro della polvere presente in casa: si tratta di microscopici insetti che si
nutrono delle cellule morte della nostra pelle e di solito si trovano nei materassi, nei
cuscini e nei tappeti.

Polveri e pollini di graminacee;

La rinite dovuta agli animali è legata oltre al pelo, alla loro saliva e urina;

Sei a rischio rinite?

Se in famiglia c’è un caso di rinite, è alta la probabilità che un altro membro
possa avere lo stesso problema. In questi casi si parla di rinite atopica, perché
l’organismo produce più istamine del dovuto. Ci sono delle situazioni che possono
portare a sviluppare una rinite atopica soprattutto nei bambini, come ad esempio:

Vivere con genitori che fumano;

Esposizione agli acari della polvere;

Contatto con animali che vivono in casa;

Abuso di antibiotici.

Di solito in presenza di sintomi citati, ci si rivolge al medico di famiglia che farà
indagini anche familiari, per cercare di scoprire la causa scatenante della rinite.

CURE:
Di solito la rinite si combatte con un antistaminico che è un semplice farmaco da banco,
per lenire i fastidi. Se invece la rinite è particolarmente aggressiva, il medico può
prescrivere anche una cura preventiva con l’assunzione di pastiglie dai 5 ai 10 giorni.
Esistono anche dei rimedi naturali, indicati per chi non vuole prendere farmaci o per
chi non tollera gli effetti collaterali degli antistaminici:

Fare delle irrigazioni al naso, utilizzando acqua salata per tenere le mucose nasali
pulite ed evitare che gli allergeni vi si possano depositare.

L’ agopuntura ha buoni effetti sui sintomi della rinite allergica.
Estratto di semi d’uva è un buon anti-istaminico naturale, inibisce il rilascio di istamina nel corpo.

Reishi che è un’antica erba cinese che migliora il sistema immunitario. Contiene acidi
ganoderici che inibiscono il rilascio di istamina, quindi utile nel trattamento della
rinite causata da allergie. Può essere assunta quotidianamente senza effetti collaterali nocivi.

Argento colloidale è un antibiotico naturale efficace contro i batteri, i virus e i funghi.
A differenza degli antibiotici, l’organismo sviluppa alcuna tolleranza verso di essa.

ACCORGIMENTI VARI:

Tende che possono essere lavate con frequenza;

Accurata pulizia di cuscini, peluche sia lavandoli che pulirli utilizzando un
aspirapolvere con filtro speciale;

Preferire cuscini e trapunte sintetiche invece di quelli di piuma;

Dedicare maggiore cura per la detersione delle zone della casa che si
frequentano maggiormente.

Limitare la presenza di animali in casa o solo in una stanza;

Non far soggiornare gli animali nelle camere da letto;

Pulizia frequente dell’animale e del luogo dove alloggia.

Bere molta acqua ogni giorno. L’acqua aiuta il corpo a stanare i germi e in batteri agendo
come un detergente naturale del corpo..

Ridurre il consumo di alimenti che producono muco come i prodotti caseari.

Mangiare molta frutta fresca e verdura ad alto contenuto di sostanze nutritive e vitamine.

 

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *